MusicaEnglishItalianoSeguici su Facebook

La Trafeca

Una tradizione che si rinnova in un moderno gioco delle parti

La TrafecaLa Trafeca

Vini Romano

Fino a pochi decenni fa, tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre fino a Natale, arrivavano nei paesi della provincia di Napoli i mediatori, i vinificatori ma anche costruttori di botti, per acquistare il vino dai contadini.

Le trattative erano lunghe e laboriose: per il contadino era un esame da cui spesso dipendeva la qualità dell’inverno perchè con il danaro del mediatore avrebbe potuto comprare altri generi di prima necessità. Alla fine, comunque, l’accordo si trovava e terminava con un lauto pranzo offerto dai contadini: era la traffica, «’a trafeca», del vino.

La famiglia Romano ha recuperato questa antica consuetudine rinnovandola in un moderno gioco delle parti: dopo la vendemmia accoglie contadini, collaboratori, enologi, giornalisti e soprattutto amici per la grande "mangiata" tradizionale.

La parola “trafeca” (traffico) forse dal catalano trafegar “travasare, maneggiare” deriverebbe da un tardo latino: trans + faex-faecis = feccia da un complemento latino di transizione “al di là” e un derivato di faex, faecis “feccia”, con significato originario di “trasferire il vino da un recipiente a un altro”.

© 2012 MICHELE ROMANO - 80044 Ottaviano (Napoli) - Italia — tel +39 081 8279722 - fax +39 0813382249 — P.Iva 00942121211

© 2012 MICHELE ROMANO - 80044 Ottaviano (Napoli) - Italia
tel +39 081 8279722 - fax +39 0813382249 — P.Iva 00942121211

design: Magma Inc.