MusicaEnglishItalianoSeguici su Facebook

Il vino in Campania

Duemila anni di storia

Mappa CampaniaIl vino in Campania

Vini Romano

Grazie alle sue favorevoli condizioni climatiche e alla particolare natura dei suoi suoli la Campania vanta una antica tradizione enologica. I Greci e gli Etruschi vi migliorarono e svilupparono metodi di allevamento della vite già presente, i Romani, che la chiamavano “Campania Felix” e vi trascorrevano gran parte delle vacanze estive, degustando i celebri vini locali: il Falerno, il Greco, il Faustiniano, il Caleno, portarono al massimo splendore la viticoltura campana grazie “all’addomesticazione” della vite attraverso l'impiego di pali e il ricorso a potature annuali.

Scrittori come Orazio, Virgilio, Plinio hanno cantato le odi della Vitis hellenica, Aminea gemina, Vitis apiana, Uve alopeci, Aminea lanata da cui discendono i vitigni più pregiati coltivati nella regione.

La Campania è per il 35% montuosa, per il 51% collinare e per il restante 14% pianeggiante; vi è quindi una grande varietà di suoli in base alla zona e all’altitudine, con la presenza di terreni calcarei o di origine vulcanica nel cui suolo si può avere anche potassio e fosforo. Il clima è temperato e sempre mite anche in inverno, con estati calde e asciutte.

Nell’Irpinia, a nord di Avellino, è situata la zona di produzione del Taurasi che confina con l’area del Greco di Tufo e del Fiano di Avellino, due vini che di recente hanno ottenuto la DOCG. A nord della regione, vicino al Lazio c’è la zona del Falerno del Massico. Altri vini interessanti si trovano nel Sannio, sulle colline di Benevento e a nord di Caserta; vi sono poi i vini del Golfo di Napoli e a sud quelli del Cilento.

I vitigni a bacca nera più utilizzati sono Aglianico e gli autoctoni Sciascinoso e Piedirosso. Tra i vitigni a bacca bianca, quasi tutti autoctoni vi sono Coda di volpe, Fiano, Greco bianco, Montonico, Falanghina, Forastera e l’Asprinio presente nella DOC Asprinio di Aversa, che ha la particolarità di risultare di un’acidità notevole e la cui vite viene ancora maritata ai pioppi e arriva fino a 10 metri di altezza, così come facevano gli Etruschi. Questo vino ha il suo abbinamento migliore con la mozzarella di bufala.

La Campania presenta dunque un ricco patrimonio di uve di qualità che danno vita ad una grande varietà di vini bianchi e rossi. L’azienda Romano ne produce alcuni tra i più importanti: le DOCG irpine Greco di Tufo e Fiano di Avellino e le IGT sannite Falanghina beneventano e Aglianico beneventano.

© 2012 MICHELE ROMANO - 80044 Ottaviano (Napoli) - Italia — tel +39 081 8279722 - fax +39 0813382249 — P.Iva 00942121211

© 2012 MICHELE ROMANO - 80044 Ottaviano (Napoli) - Italia
tel +39 081 8279722 - fax +39 0813382249 — P.Iva 00942121211

design: Magma Inc.